Via Gaetano Roselli Lorenzin: la verità su come sono andate le cose e le azioni del CQPL.

Siamo vicini alle elezioni e capiamo che persone di opposte fazioni scalpitino per vantare crediti in modo da poter raccogliere consensi elettorali.

Il CQPL non fa questo e non può farlo perché la sua missione è un’altra, come scritto sullo statuto: “la vivibilità, lo sviluppo e il miglioramento continuo di Parco Leonardo”.

Il CQPL quindi:

  1. determina i problemi in modo strutturato,
  2. interagisce con gli interlocutori che possono risolvere i problemi,
  3. suggerisce o porta delle ipotesi di soluzione,
  4. le persegue in modo determinato con tutti i mezzi leciti e democratici,
  5. informa i Residenti,
  6. controlla che i problemi siano effettivamente risolti,
  7. ricicla al punto 2 fino a che il problema non trova soluzione,
  8. passa alla risoluzione di un altro problema.

Inoltre:

  1. imbastisce delle strategie per lo sviluppo di Parco Leonardo,
  2. ne verifica la fattibilità,
  3. traduce le strategie in obiettivi realizzabili,
  4. interagisce con gli interlocutori che possono condividerli,
  5. li persegue in modo determinato con tutti i mezzi leciti e democratici,
  6. informa i Residenti,
  7. ricicla al punto 4 fino a che gli obiettivi non trovino sbocco in soluzioni concrete,
  8. ritorna al punto 1.

Tutto qui.

Il CQPL non vuole acquisire meriti ma risultati e non accetta che altri utilizzino il lavoro svolto per fini diversi da quelli strettamente necessari al Comitato.

La vicenda della discarica abusiva di via Gaetano Roselli Lorenzini ne è un esempio e l’intervista concessa al quotidiano il Faro On Line dall’Assessore alle politiche ambientali e dei lavori pubblici dell’XI Municipio di Roma lo dimostra.

Riassumiamo i fatti.

Circa un anno fa, e quindi subito dopo la costituzione del CQPL, era stato individuato il problema della discarica abusiva di via Gaetano Roselli Lorenzini.

Immediatamente si è provveduto, subito dopo l’accreditamento del CQPL al Comune di Fiumicino, a comunicarlo via email ordinarie e pec all’Amministrazione Comunale.

Si è effettuato un incontro con l’Assessorato all’Ambiente ed ai Rifiuti del Comune di Fiumicino.

L’Amministrazione Comunale si è impegnata a bonificare l’Area ed a prendere contatto col Municipio XI del Comune di Roma.

Sempre Questa ha più volte bonificato l’Area incidendo sul bilancio del Comune di Fiumicino pur non essendo questa di sua competenza.

Il giorno 14 Luglio 2017, durante l’Assemblea indetta dal Sindaco di Fiumicino per comunicare ai Cittadini-Residenti di Parco Leonardo il raggiungimento di un accordo col Costruttore per il rinnovo della convenzione Comune-Costruttore, l’Assessore all’Ambiente ed ai Rifiuti del Comune di Fiumicino ha comunicato che finalmente i due Assessorati competenti del Comune di Fiumicino e dell’XI Municipio del Comune di Roma si erano incontrati e avevano trovato un accordo per bonificare l’area in questione e per metterla sotto controllo.

L’intervista del Faro On Line (#Rifiuti, bonificata via Gaetano Roselli Lorenzini, e domani tocca a Piana del Sole – Il Faro Online), organo d’informazione indipendente, conferma i fatti.

Quindi questi sono i fatti. Senza se e senza ma.

Un duro lavoro portato avanti dal CQPL per un anno che ha dato finalmente i suoi frutti.

In questo processo chiunque può essersi inserito per aiutare e favorire e lo ringraziamo ma non accetteremo mai che un evidente risultato del nostro lavoro sia strumentalizzato.

Il lavoro del CQPL per via Gaetano Roselli Lorenzini non è finito.

Infatti, se non saranno attivate delle telecamere sull’area il fenomeno non cesserà e ci ritroveremo inevitabilmente a discuterne.

Abbiamo, quindi, chiesto e continueremo a chiedere che:

  1. via Gaetano Roselli Lorenzini sia controllata tramite telecamere e che siano duramente perseguiti coloro i quali contribuiscono nocivamente alla creazione della discarica abusiva;
  2. si prolunghino le corse dei mezzi ATAC e COTRAL fino al complesso Le Pleiadi in modo da consentire ai Residenti di poter accedere alla stazione ferroviaria di Fiera di Roma (abbiamo già parlato con l’Assessorato ai Trasporti del Comune di Fiumicino e ci riserviamo di farlo con quello del Municipio XI del Comune di Roma);
  3. che detti mezzi transitino per via Gaetano Roselli Lorenzini dandole, quindi, uno scopo funzionale e impedendo, di conseguenza, la creazione della discarica in questione.

Suggeriremo che sia il Comune di Roma che quello di Fiumicino inaspriscano le pene per coloro i quali contribuiscono nocivamente alla creazione della discarica abusiva in oggetto portando le multe a oltre 1000 Euro e introducendo il concetto di recidività: chiunque venga sorpreso a ripetere il reato sarà passibile di pene da scontare in periodi da dedicare alla pulizia delle città di Roma e di Fiumicino.

Stesse pene dovrebbero essere inflitte a chi imbratta i muri e le chiederemo.

Durante la prossima campagna elettorale continueremo a mantenere la nostra distanza e indipendenza dai Partiti e non ci presteremo a far pubblicità a nessuno.

Elimineremo con determinazione e senza più darne giustificazione tutti i post che tentino di spacciare propaganda politica per soluzione dei problemi.

Questo per garantire il diritto dei Residenti che rappresentiamo a farsi una propria opinione indipendente in modo da poter votare in tutta coscienza e serenità secondo la propria valutazione e i propri principi.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone