GdL Scuola e Sociale incontra Consigliere Comunale Angelo Petrillo

Il giorno 16 Marzo 2017 una Rappresentanza del Comitato Quartiere Parco Leonardo composta dal Referente e dai Rappresentanti in forza al nostro Gruppo di Lavoro Scuola e Sociale si è incontrata con il Consigliere Comunale Angelo Petrillo.

 

A seguito dell’incontro è stata inviata l’email il cui testo è riportato a seguire.

 

Gent.ssimo Consigliere Angelo Petrillo,

Le invio la presente per riassumere gli argomenti di cui abbiamo trattato il giorno 16/03/2017.

E’ nostra convinzione che negli anni passati l’Amministrazione comunale non abbia elaborato il piano relativo alla crescita del Quartiere Parco Leonardo.

Il Quartiere è in costante espansione. Dall’analisi demografica che abbiamo approntato appare chiaro come la maggior parte della popolazione siano coppie giovani con figli e ciò comporta una domanda sempre crescente dei servizi per l’infanzia e per la scuola.

Negli ultimi anni si è notevolmente incrementato il numero dei “nonni” trasferiti a PL per aiutare le giovani coppie proprio a causa della mancanza di servizi per l’infanzia.

A seguire, Le riporto le necessità che abbiamo. Vorremmo meglio approfondirle e discuterle, al più presto, in una riunione con l’Assessorato ai Servizi Sociali, Salute, Sport, Scuola e Infanzia.

 

ASILO NIDO

 

La percentuale media di ammessi ai nidi nel comune di Fiumicino è nettamente superiore a quella che avviene nel Quartiere Parco Leonardo.

Nell’anno 2016/2017 la media del Comune risulta del 31% (212 ammessi su 687 domande) mentre quella di Parco Leonardo è pari a 24,6% ammessi.

Sostanzialmente la quantità dei posti massimi disponibili è fissa e non corrisponde alla domanda interna sempre crescente. Con la crescita del quartiere la situazione è destinata a peggiorare ulteriormente.

 

SCUOLA DELL’INFANZIA COMUNALE “LA COCCINELLA”

 

Qui la situazione appare molto sconcertante, negli anni questa scuola d’infanzia non ha mai potuto accogliere più di 15 alunni (attorno a 10% rispetto alle domande), dando la precedenza ai bimbi di 5 anni.

 

SCUOLA DELL’INFANZIA STATALE PLESSO PARCO LEONADRO (ISTITUTO COMPRENSIVO “CRISTOFORO COLOMBO”

 

La situazione appare chiaramente migliore della scuola comunale, considerando sempre che la possibilità rilevata ultimamente di accogliere più alunni è dovuta all’eliminazione della palestra ed alla costruzione al posto suo di 2 aule. Questo fatto ha provocato ulteriore disagio – non avendo la palestra gli alunni non hanno il posto dove svolgere alcuna attività fisica.

Nello stesso tempo solo 2 delle 8 sezioni della scuola sono a tempo pieno. I genitori che necessitano di utilizzare il tempo pieno devono rivolgersi alla cooperativa a pagamento.

Un altro problema che provoca forte disagio sono i lavori intrapresi in autunno e mai finiti nel giardino del complesso materna-nido. I vecchi giochi non sono stati messi in sicurezza e così gli alunni della scuola materna sono rimasti privati anche di questa possibilità.

 

ISTITUTO COMPRENSIVO G.B. GRASSI PLESSO PARCO LEONARDO – SCUOLA ELEMENTARE

 

La situazione corrente riguardante la capienza della struttura risulta già insoddisfacente: quest’anno 17 bambini sono rimasti fuori dalla graduatoria. Vista la dinamica di crescita del quartiere la situazione è destinata a peggiorare ulteriormente.

 

ISTITUTO COMPRENSIVO G.B. GRASSI PLESSO PARCO LEONARDO – SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

 

In questo caso, la situazione attuale riguardante la capienza risulta soddisfacente in base ai dati a disposizione ma potrebbe diventare critica nell’arco dei prossimi 5-7 anni.

Nonostante la capienza sia soddisfacente la preoccupazione si sposta sull’affidabilità dell’istituto in discussione.

Essendo questo ai confini di Roma una buona parte dei genitori lavorando nella capitale e iscrivono i propri bambini alle scuole vicino al loro posto di lavoro. Accanto a questa evidenza ne riscontriamo un’altra più preoccupante: l’affidabilità dell’istituto.

Dal sondaggio effettuato appare una crescente preoccupazione riguardo alla rotazione degli insegnanti che fa sì che i genitori preferiscano iscrivere i figli negli istituti che danno loro maggiore fiducia.

Nell’istituto si trova anche il CFP che compromette la possibilità di laboratori per mancanza di spazi adeguati. Il tempo pieno nelle scuole medie risulta inesistente. Il tempo prolungato o pieno è in parte organizzato da strutture a pagamento.

La struttura non dispone della biblioteca scolastica. L’associazione Eidos in rete  dispone di un significativo patrimonio dei libri che avrebbe potuto mettere a disposizione alla scuola.

 

Alle problematiche sopracitate si aggiungono le problematiche emerse dalla prassi quotidiana.

 

L’ASSENZA DI SPAZI SOCIALI per le età pre-adolescenziale, adolescenziale e per gli anziani.

Come già detto, negli ultimi anni si è notevolmente incrementato il numero dei “nonni” trasferiti a PL per aiutare le giovani coppie proprio per la mancanza di servizi per l’infanzia.

RingraziandoLa per la cortese attenzione, Le porgo i miei più cordiali saluti

 

Alina Fedorova

Rappresentante del Comitato Quartiere Parco Leonardo

Cell.: +39 373 8856138

info@cqpl.it

 

Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone